[9/7/2018] – REDDITO DI INCLUSIONE (REI) – NUOVI REQUISITI

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali comunica che, in attuazione della Legge di Bilancio 2018 (art. 1 c. 192), dal 1° luglio 2018 sono abrogati alcuni dei requisiti richiesti per accedere alla misura del Reddito di inclusione (REI). Nello specifico sono stati abrogati i requisiti familiari (presenza di un minorenne, di una persona disabile, di una donna in gravidanza, di un disoccupato ultra 55enne) pertanto, a partire dal 1° luglio 2018, possono presentare domanda tutti coloro che possiedono gli altri requisiti, indipendentemente dalla composizione familiare.
I requisiti richiesti per accedere al REI dal 1° luglio 2018 sono i seguenti:
Requisiti economici:
Il nucleo familiare deve essere in possesso congiuntamente di:
– un valore ISEE in corso di validità non superiore a euro 6.000,00;
– un valore ISRE (l’indicatore reddituale dell’ISEE, ossia l’ISR diviso la scala di equivalenza, al netto delle maggiorazioni) non superiore a euro 3.000,00;
– un valore del patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a euro 20.000,00;
– un valore del patrimonio mobiliare (depositi, conti correnti) non superiore a euro 10.000,00 (ridotto a euro 8.000,00 per la coppia e a euro 6.000,00 per la persona sola).
Altri requisiti:
Per accedere al REI è inoltre necessario che ciascun componente del nucleo familiare:
– non percepisca già prestazioni di assicurazione sociale per l’impiego (NASpI) o altri ammortizzatori sociali di sostegno al reddito in caso di disoccupazione involontaria;
– non possieda autoveicoli e/o motoveicoli immatricolati la prima volta nei 24 mesi antecedenti la richiesta (sono esclusi gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità);
– non possieda navi e imbarcazioni da diporto (art. 3, c.1, D.lgs. 171/2005).

Per ulteriori informazioni é possibile consultare il seguente link del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.