[14/2/2019] – REDDITO DI CITTADINANZA

Dal prossimo 6 marzo è possibile presentare la domanda per accedere al Reddito di Cittadinanza con le seguenti modalità:
-in forma cartacea presso tutti gli uffici postali,
– on-line sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali tramite le credenziali SPID,
– presso i Centri di Assistenza Fiscale (CAF).
Per poterlo richiedere è necessario avere i seguenti requisiti:
– essere cittadino italiano o europeo o lungo soggiornante e risiedere in Italia da almeno 10 anni, di cui gli ultimi 2 in via continuativa;
– avere un ISEE (Indicatore di Situazione Economica Equivalente) aggiornato inferiore a euro 9.360,00 annui;
– possedere un patrimonio immobiliare, diverso dalla prima casa di abitazione, non superiore a euro 30.000,00;
– avere un patrimonio finanziario non superiore a euro 6.000,00 che può essere incrementato in funzione del numero dei componenti del nucleo familiare e delle eventuali disabilità presenti nello stesso;
– avere un reddito familiare inferiore a euro 6.000,00 annui moltiplicato per la scala di equivalenza. La soglia del reddito è elevata a euro 9.360,00 nei casi in cui il nucleo familiare risieda in una abitazione in affitto.
Si fa notare che chiunque presenti dichiarazioni o documenti falsi o attestanti cose non vere oppure ometta informazioni dovute è punito con la reclusione da due a sei anni. È prevista, invece, la reclusione da uno a tre anni nei casi in cui si ometta la comunicazione all’ente erogatore delle variazioni di reddito o patrimonio, nonché di altre informazioni dovute e rilevanti ai fini della revoca o della riduzione del beneficio. In entrambi i casi, è prevista la decadenza dal beneficio con efficacia retroattiva e la restituzione di quanto indebitamente percepito.
Per maggiori ed ulteriori informazioni è possibile consultare il sito dell’INPS.