[23/10/2014] – GIORNATA DELL´UNITA´ NAZIONALE E DELLE FORZE ARMATE

Nell’ambito della Festa dell’unità nazionale e giornata delle forze armate di martedì 4 novembre p.v., è stato previsto un omaggio al monumeto dei caduti e alla lapide dei partigiani. Il ritrovo è previsto alle ore 10,30 in p.zza Cavour, davanti al castello e alle ore 10,45 si partirà in corteo verso il monumneto dei Caduti per un momento di ricordo.
Alle ore 20,30 in aula magna “B. Piazza” del plesso Fermi, in collaborazione con l’A.N.P.I. sezione di Fagnano e l’associazione Fagnano Viva sarà presentato il libro “L’ultimo sonderkommando italiano” scritto dal nostro concittadino Enrico Vanzini che sarà presente e risponderà alle domande del pubblico.
La storia di Enrico Vanzini è la biografia di questo ragazzo di Varese (oggi ha 91 anni e vive vicino a Cittadella – Pd), il quale nel ’43 fu catturato dai tedeschi e deportato in una fabbrica in Germania da dove fuggì con altri due italiani. Tradito da una ragazza milanese e consegnato alla Gestapo, un’ora prima di essere messo davanti al plotone d’esecuzione fu invece portato nel lager di Dachau in cui rimase 7 mesi fino all’arrivo degli americani.
Il suo è un racconto drammatico, e non solo per la fatica di sopravvivere (56 kg persi in 7 mesi contendendosi coi topi i resti della spazzatura), ma per le percosse, per ciò che patì, vide e fu costretto a fare. Per 15 giorni lo obbligarono a diventare un Sonderkommando, uno delle squadre di internati incaricati di riempire di cadaveri i forni crematori. Fu allora che seppe cosa c’era in quella casa fuori della quale tante volte l’avevano obbligato a trainare, assieme ad altri, dei carri pieni di morti.

ALLEGATI
4 novembre Ist. x stampa.pdf
4 novembre Vanzini.jpg