Apertura impianti e centri per attività sportiva all’aperto

Dall’8 al 17 maggio negli impianti, centri e siti sportivi sono consentiti gli sport individuali all’aria aperta come ad esempio: golf, tiro con l’arco, atletica, equitazione, tiro a segno, vela, canoa, ciclismo, tennis, attività sportive acquatiche individuali, canottaggio, tennis, corsa, escursionismo, arrampicata sportiva, ciclismo, mountain-bike, automobilismo, motociclismo, go-kart etc.
Oltre all’accesso alle aree adibite alla pratica sportiva all’aria aperta è consentito solo l’accesso ai servizi igienici e alle aree di transito.
Non possono essere utilizzati spazi e servizi accessori, ad esempio: spogliatoi, docce, palestre, bar e ristoranti interni o negli spazi comuni.
I gestori dovranno garantire la corretta e costante sanificazione e igienizzazione degli ambienti al chiuso e dei servizi igienici, limitare gli ingressi, organizzare percorsi idonei e adottare tutte le misure utili per assicurare il distanziamento sociale e il divieto di assembramento (ad esempio tramite prenotazione online o telefonica degli spazi, turnazioni, gestione degli accessi al sito sportivo e dei percorsi degli utenti).
Per coloro che svolgono attività motoria intensa non è obbligatorio l’uso della mascherina o di altra protezione individuale durante l’attività fisica. Rimane obbligatorio l’utilizzo delle protezioni individuali a conclusione dell’attività. È obbligatorio rispettare la distanza interpersonale di almeno due metri, se si tratta di attività sportiva, o di un metro, se si tratta di semplice attività motoria.

In allegato l’ordinanza di Regione Lombardia