Referendum del 29 marzo 2020: residenti aire e opzione di voto in Italia

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 23 del 29 gennaio 2020 è stato pubblicato il D.P.R. 28 gennaio 2020 relativo all’indizione del referendum costituzionale ex art. 138 della Costituzione, per l’approvazione del testo della legge costituzionale concernente “Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”, approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 240 del 12 ottobre 2019.
Le operazioni di voto si svolgeranno nella giornata di domenica 29 marzo 2020, dalle ore 7.00 alle ore 23.00.
I cittadini italiani iscritti all’AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero) e nelle liste elettorali, votano per corrispondenza.
E’ possibile, in alternativa, per gli elettori residenti all’estero ed iscritti all’aire, scegliere di votare in Italia presso il proprio Comune di iscrizione elettorale, comunicando per iscritto la propria scelta (opzione) al consolato entro il giorno 8 febbraio 2020, anche utilizzando l’apposito modulo allegato alla presente. Gli elettori che scelgono di votare in Italia in occasione della prossima consultazione referendaria, riceveranno dai rispettivi comuni italiani la cartolina-avviso per votare presso i seggi elettorali in Italia.
Come prescritto dalla normativa vigente, sarà cura degli elettori verificare che la comunicazione di opzione spedita per posta sia stata ricevuta in tempo utile dal proprio Ufficio consolare.
La scelta di votare in Italia può essere successivamente revocata con una comunicazione scritta da inviare o consegnare all’Ufficio consolare con le stesse modalità ed entro gli stessi termini previsti per l’esercizio dell’opzione.

Dettagli

Date:
martedì 4 febbraio 2020